Abbaldo e Albertelli – Montagne nell’acqua

06/04/2018 - 28/04/2018 – Personale
GSF Contemporary Art

Abbaldo e Albertelli – Montagne nell’acqua

Venerdì 6 aprile 2018 inaugura, presso GSF Contemporary Art (Galleria San Federico, 26, 2° piano, Torino), la mostra personale Montagne nell’acqua di Abbaldo e Albertelli (Mariagrazia Abbaldo e Paolo Albertelli).

In esposizione alcune fra le opere più recenti dei due artisti piemontesi, fra pittura, scultura e installazione, dove il tema degli iceberg e del loro rapporto con il mare è declinato attraverso differenti mezzi espressivi.

La mobilità del mare o la sua immobilità si legano alle figure degli iceberg, mutevoli e adimensionali masse di ghiaccio sull’acqua o agli isolati affioramenti di scogli, alle coste di enormi continenti che vi si affacciano.

La linea d’acqua taglia in due trasformando in sopra e sotto e lavora accanto erodendo e segnando i livelli del tempo passato accanto alla linea di confine.

La linea del mare, costante riferimento per definire l’altezza delle montagne (s.l.m.), in realtà è elemento mutevole espressione della massa d’acqua presente sulla terra.

GSF Contemporary Art.
Galleria San Federico 26 – 10121 Torino.
Inaugurazione: venerdì 6 aprile 2018, ore 18.
Orari: da lunedì a sabato, dalle 16 alle 19:30.
06/04/2018 - 28/04/2018.


\ NEWS


20/09/2018

Il ciclo di eventi La ME_Turin

Il ciclo di eventi La ME_Turin

L’Associazione Culturale Camera d’Arte in collaborazione con Math12_spaziotrasversale e l’Associazione Nazionale Domiad Photo Network / Canon Club Italia, promuoverà una serie di eventi che avranno come tema Torino e le relazioni interpersonali con la città, la sua storia e la sua cultura. (...)







12/09/2018

Porte aperte ad aspiranti ginnasti e circensi

Porte aperte ad aspiranti ginnasti e circensi

Il 15 settembre 2018 la Reale Società Ginnastica di Torino e la sua FLIC – Scuola di Circo, organizzano l’open day “Porte aperte al divertimento”, giornata dedicata a chiunque voglia sperimentare discipline sportive e circensi. (...)