Anita Leisz

05/11/2017 - 23/12/2017 - Personale
Norma Mangione Gallery

Anita Leisz

“Anita Leisz ha lavorato con materiali che si trovano comunemente nell'arredamento e nella costruzione di interni. Preoccupato del potenziale del locus, della nozione di costruzione e della funzionalità dell'artigianato, le sue opere negoziano il regno del possibile. In molti modi, questo è ottenuto attraverso una trasparenza radicale, rendendo noto ciò che è immediatamente visibile e in che modo si riferisce alla sua realizzazione, il lavoro mette in luce modi di stare insieme o separati, dentro o fuori, di fronte o proprio nel mezzo di esso. La visibilità si ottiene attraverso la trasparenza.

Gli oggetti che popolano le sue stanze, le forme che occupano le sue superfici e i ritmi che applica, creano un'esperienza visiva che corrisponde ai modi stabiliti di vedere le cose e, al contrario, devia da loro. In questo modo, Anita Leisz stabilisce una visibilità specifica delle sue opere e degli spazi intermedi. Ho letto questo come un tentativo di conciliare la sensualità con la ricerca di assegnare significato. In considerazione dei diversi livelli di velocità (di fare e vedere) e nominando la comunanza e la solitudine, le sue opere stanno (o pendono) ugualmente autonomi e interdipendenti.

Eludendo una definizione singolare, il suo lavoro attribuisce a molteplici qualità in quanto la sua efficacia prevista si verifica sul posto. Tra la loro forma ridotta e la sfera suggestiva, l'idiosincrasia del lavoro si svolge. Facendo riferimento a una funzionalità proposta (ad esempio pittura o scultura), Anita Leisz oscura il potenziale della rappresentazione e, in alternativa, l'astrazione. Ciò che viene immediatamente visto, la minima cosa, segna il possibile.”

Tenzing Barshee

Norma Mangione Gallery,
via Matteo Pescatore 17 - 10124 Torino,
05/11/2017 - 23/12/2017.

www.normamangione.com


\ NEWS

14/12/2017

I due giorni di ARTI – Grammatica di una città

I due giorni di ARTI – Grammatica di una città

Il 20 e 21 dicembre il Dipartimento Educazione Castello di Rivoli e ISMEL proporranno presso il Polo del ‘900 di Torino ARTI - Grammatica di una città: due giorni di riflessioni e celebrazioni sul tema della “rinascita”, intesa in senso ampio come rigenerazione dei luoghi, dei quartieri e del tessuto sociale attraverso la cultura e l'esperienza dell'arte (in concomitanza con il 21/12, giorno del Rebirth-Day di Michelangelo Pistoletto). (...)


14/12/2017

Si riallestisce la GAM

Si riallestisce la GAM

La GAM – Galleria Civica d'Arte Moderna e Contemporanea di Torino inaugura una nuova esposizione permanente delle sue collezioni con un allestimento innovativo, che abbandona l'ordinamento tematico per offrire al pubblico un percorso che ricompone la storia del primo Museo Civico d'Arte Moderna d'Italia e che racconta la storia dell'arte moderna attraverso le proprie raccolte, le acquisizioni e le politiche culturali promosse dai suoi direttori, tra i quali Pio Agodino, il primo alla guida del museo, Emanuele d'Azeglio, Vittorio Avondo, Enrico Thovez, Lorenzo Rovere, Vittorio Viale e Luigi Mallé. (...)


14/12/2017

Al PAV arriva La libera scuola del giardino

Al PAV arriva La libera scuola del giardino

I laboratori della domenica pomeriggio al PAV (Parco Arte Vivente), Domenica=Workshop, sono momenti collettivi che permettono di approfondire le tematiche suggerite dalle opere esposte, dove l'arte contemporanea, la natura e la scienza sono i saperi al centro di appuntamenti pensati per il tempo libero comune di adulti e bambini. (...)