Anna Boghiguian

19/09/2017 - 07/01/2018 - Mostra
Castello di Rivoli - Museo d'Arte Contemporanea

Anna Boghiguian

Il Castello di Rivoli presenta negli spazi della Manica Lunga la prima retrospettiva dell'artista egiziano-canadese di origine armena Anna Boghiguian (Il Cairo, 1946).

Anna Boghiguian, pur mantenendo lo studio e la casa al Cairo, vive e lavora tra Europa, Asia, Africa e nelle Americhe.
Dopo aver frequentato scienze politiche all'American University del Cairo, nel 1970 si trasferisce in Canada dove studia arte e musica alla Concordia University di Montréal.
I suoi interessi che spaziano dalla letteratura, alla filosofia e alla politica si riverberano nei suoi disegni e quadri in cui spiccano il tratto spontaneo e i colori saturi.

Oltre alla pittura, l'artista utilizza numerosi linguaggi espressivi quali la scultura, la fotografia, la scrittura e il suono e nei suoi collage sono incorporati oggetti e ritagli di immagini stampate.
“Le sue installazioni e opere ambientali offrono un'interpretazione unica dell'esperienza del viaggio e dell'essere umano contemporaneo, in transito tra passato e presente, poesia e politica, sguardo appassionato sul mondo e osservazione critica”, afferma Marianna Vecellio, curatrice insieme a Carolyn Christov-Bakargiev, della mostra.

Figlia di una famiglia armena che ha conosciuto la diaspora e la pesantezza dell'esodo, Anna Boghiguian ha maturato l'urgenza di un cosmopolitismo culturale molto prima dell'avvento della globalizzazione.
Quasi a voler proteggere il proprio studio dalle violenze e dalle inquietudini mediorientali, nella primavera del 2017 l'artista ha trasferito al Castello di Rivoli i mobili e gli oggetti del suo atelier al Cairo, ricostruendo al terzo piano del Museo uno spazio intimo e carico di emotività. Le stanze interne sono colme di opere e disegni, barattoli di pigmento, tappeti, oggetti orientali e opere giovanili mai mostrate al pubblico prima d'ora.

La personale è visitabile dal 19 settembre 2017 al 7 gennaio 2018.


\ NEWS

14/12/2017

I due giorni di ARTI – Grammatica di una città

I due giorni di ARTI – Grammatica di una città

Il 20 e 21 dicembre il Dipartimento Educazione Castello di Rivoli e ISMEL proporranno presso il Polo del ‘900 di Torino ARTI - Grammatica di una città: due giorni di riflessioni e celebrazioni sul tema della “rinascita”, intesa in senso ampio come rigenerazione dei luoghi, dei quartieri e del tessuto sociale attraverso la cultura e l'esperienza dell'arte (in concomitanza con il 21/12, giorno del Rebirth-Day di Michelangelo Pistoletto). (...)


14/12/2017

Si riallestisce la GAM

Si riallestisce la GAM

La GAM – Galleria Civica d'Arte Moderna e Contemporanea di Torino inaugura una nuova esposizione permanente delle sue collezioni con un allestimento innovativo, che abbandona l'ordinamento tematico per offrire al pubblico un percorso che ricompone la storia del primo Museo Civico d'Arte Moderna d'Italia e che racconta la storia dell'arte moderna attraverso le proprie raccolte, le acquisizioni e le politiche culturali promosse dai suoi direttori, tra i quali Pio Agodino, il primo alla guida del museo, Emanuele d'Azeglio, Vittorio Avondo, Enrico Thovez, Lorenzo Rovere, Vittorio Viale e Luigi Mallé. (...)


14/12/2017

Al PAV arriva La libera scuola del giardino

Al PAV arriva La libera scuola del giardino

I laboratori della domenica pomeriggio al PAV (Parco Arte Vivente), Domenica=Workshop, sono momenti collettivi che permettono di approfondire le tematiche suggerite dalle opere esposte, dove l'arte contemporanea, la natura e la scienza sono i saperi al centro di appuntamenti pensati per il tempo libero comune di adulti e bambini. (...)