I bambini di Teheran

26/01/2018 - 11/02/2018 - Installazione
MAO - Museo d'Arte Orientale di Torino

I bambini di Teheran - Lettere ebraiche di Gabriel Levy

I bambini di Teheran è una video installazione di circa trenta minuti, opera di Farian Sabahi.

Al visitatore rammenta uno dei periodi più bui dell'Europa del XX secolo, ma anche una storia di accoglienza, di quando fu l'Iran a farsi carico dei profughi polacchi, ebrei e cattolici, provenienti dall'Europa.

Protagonisti del video sono quattro ebrei polacchi che all'inizio della Seconda guerra mondiale scapparono dalla Polonia invasa dai tedeschi verso la Polonia occupata dai sovietici.
Da qui furono deportati nei campi di lavoro in Siberia, poi in Uzbekistan in orfanotrofi spesso gestiti da istituzioni cattoliche.

Una tappa importante del loro lungo viaggio è Teheran, che il 25 agosto 1941 fu invasa dalle truppe britanniche e sovietiche, qui si fermarono oltre un anno e per questo sono chiamati i Bambini di Teheran.

Se l'installazione torinese ha il video al centro, ad accogliere il visitatore al piano nobile dello storico Palazzo Mazzonis sono le lettere in ebraico Yaldei Teheran (I bambini di Teheran), opera site specific dell'artista torinese-israeliano Gabriele Levy.

Colonna sonora dell'esperienza artistica è Elegy for the Arctic di Ludovico Einaudi, brano scelto dall'autrice del progetto assieme al compositore torinese.

MAO - Museo d'Arte Orientale di Torino.
Inaugurazione: venerdì 26 gennaio 2018 ore 18.
26 gennaio 2018 – 11 febbraio 2018.


\ NEWS

22/02/2018

Andrea Segre ospite al Valsusa Filmfest

Andrea Segre ospite al Valsusa Filmfest

Domenica 25 febbraio 2018, alle ore 18, avverrà la proiezione del film “L’ordine delle cose” di Andrea Segre. Il regista sarà ospite del Valsusa Filmfest e presente nella sala del Cinema Sabrina di Via Medail 73 a Bardonecchia in occasione della proiezione della sua pellicola (l’ingresso per il pubblico è libero). (...)




16/02/2018

Al MAO arriva Chinamen

Al MAO arriva Chinamen

Il MAO – Museo d’Arte Orientale dedica una serata al tema dell’integrazione italo-cinese attraverso una proiezione e la presentazione di una graphic novel. (...)