Exocena

17/07/2019

Exocena

In occasione della mostra Cosmonautica, a cura di Sara d’Alessandro Manozzo, che presenta nelle sale del Castello di Costigliole d’Asti sculture e installazioni di Alessandro Sciaraffa (Torino, 1976), la sera di sabato 20 luglio 2019, a festeggiare il cinquantenario dello sbarco sulla Luna, sarà in programma, solo su invito, l’Exocena.

Nata dall’incontro tra l’artista Alessandro Sciaraffa e il registra cinematografico Arnaud Ducharne, l’Exocena è una cena spaziale in cui si mangerà il cibo degli astronauti. Partecipare è un viaggio nel futuro, fatto di suggestioni, sapori e consistenze mai provati. L’evento è sviluppato e realizzato insieme a Francesca Persano alias Miss Dado che, per questa edizione, invita Marco Sforza e Vasyl Andrusyshyn, due giovani e intraprendenti chef che si occuperanno di un aperitivo altamente scenografico.

Alla cena sarà poi distribuito l’Exokit, un kit di cibo “spaziale” confezionato dall’azienda Del Santo, già responsabile del processo di termo stabilizzazione del cibo per la missione dell’astronauta Samantha Cristoforetti, e curato nella grafica da Fabio Sorano dello studio Lorem. Gli Exokit contengono cibo del tutto simile a quello usato nello spazio, altamente energetico, privo di allergeni, biodegradabile: un piatto unico, una barretta energetica alla spirulina di AlghItaly e uno smoothie.

La cena sarà impreziosita da interventi musicali realizzati dal musicista Ramon Moro. L’Exocena è parte della Cena Dei Dodici, un progetto culinario multisensoriale ideato da Alessandro Sciaraffa proposto in dodici tappe.


\ COMING SOON

13/09/2019 - 16/02/2020 – Mostra
Palazzo Mazzetti

Monet e gli impressionisti in Normandia

Monet e gli impressionisti in Normandia

Dal 13 settembre 2019 arriva per la prima volta ad Asti, a Palazzo Mazzetti, un eccezionale corpus di 75 opere che racconta il movimento impressionista in Normandia. (...)



\ FOCUS ON – MUSEI E FONDAZIONI

GAM – Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea



CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia


Fondazione Merz