Geapolitica

14/12/2017 - 18/12/2017 - Mostra
Spazio Edit

Geapolitica - Lihi Turjeman

Martedì 14 dicembre 2017 alle ore 18:30, nello Spazio Edit in Via Cigna 104/a a Torino, inaugura Geopolitica di Lihi Turjeman.

L'artista originaria di Tel Aviv, selezionata attraverso il progetto Resò - International Network for Art Residencies and Educational Programs, promosso e sostenuto dalla Fondazione per l'Arte Moderna e Contemporanea CRT - è stata ospitata a partire da ottobre 2017 alla Fondazione Spinola Banna per l'Arte per una residenza di sei settimane, durante le quali ha realizzato le opere che saranno esposte nella mostra curata da Federica Barletta e in programma fino al 18 dicembre.

Durante la sua residenza alla Fondazione Spinola Banna per l'Arte, l'artista si è concentrata sul concetto di luogo costruito nel corso del tempo dagli uomini che possiede una vita, una storia, un'identità di chi quel luogo lo ha abitato.

Succede che a volte questi spazi vengano abbandonati oppure lasciati inutilizzati per molti anni diventando spazi residuali, spesso fatiscenti, degradati. Non per questo però perdono il loro senso, la loro memoria. La stratificazione dei loro muri racconta la storia di una quotidianità, di un territorio, dei suoi abitanti.

14 - 18 dicembre 2017.
Spazio Edit - Via Cigna 104/a - Torino.
Orari: giovedì 14 dicembre ore 18:30 – 21; da venerdì 15 a lunedì 18 dicembre ore 11 – 19:30.
Info: +39 347 0016755.


\ NEWS

22/02/2018

Andrea Segre ospite al Valsusa Filmfest

Andrea Segre ospite al Valsusa Filmfest

Domenica 25 febbraio 2018, alle ore 18, avverrà la proiezione del film “L’ordine delle cose” di Andrea Segre. Il regista sarà ospite del Valsusa Filmfest e presente nella sala del Cinema Sabrina di Via Medail 73 a Bardonecchia in occasione della proiezione della sua pellicola (l’ingresso per il pubblico è libero). (...)




16/02/2018

Al MAO arriva Chinamen

Al MAO arriva Chinamen

Il MAO – Museo d’Arte Orientale dedica una serata al tema dell’integrazione italo-cinese attraverso una proiezione e la presentazione di una graphic novel. (...)