Incontri Illuminanti con l’Arte Contemporanea

20/02/2019

Incontri Illuminanti con l’Arte Contemporanea

Il progetto è una nuova iniziativa che ha preso avvio con la XXI edizione di Luci d’Artista e che ne amplia l’offerta culturale.

L’attività è realizzata dalla Città di Torino in collaborazione con il Dipartimento Educazione della GAM – Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea e le Attività Educative e Formative del PAV – Parco di Arte Vivente e Centro sperimentale d’arte contemporanea, con il sostegno della Fondazione Teatro Regio Torino.

L’iniziativa ha come obiettivo la promozione di dibattiti e interventi educativi formativi di avvicinamento e comprensione dell’arte contemporanea partendo dalla valorizzazione del patrimonio pubblico dalle opere luminose e dalle esperienze e capacità maturate nella nostra città in più di vent’anni di Luci d’Artista.

La “luce” se considerata come elemento di costruzione architettonica e percettiva può contribuire alla rigenerazione degli spazi pubblici urbani, coinvolgendo attivamente anche i cittadini nei processi creativi.

Il programma di Incontri Illuminanti con l’Arte Contemporanea nella sua prima edizione ha preso spunto dai contenuti proposti dall’opera My noon di Tobias Rehberger – nell’edizione 2018 – collocata nel cortile della scuola elementare Carlo Collodi nella Circoscrizione 8.

L’artista, giovedì 21 febbraio 2019, dopo aver partecipato alle ore 15:30 alla GAM all’inaugurazione della mostra dei Diari Illuminanti – elaborati creativi realizzati da 700 allievi di 35 classi delle scuole della Circoscrizione 8 –, si sposterà nel Salone d’onore dell’Accademia Albertina di Belle Arti dove, a partire dalle 17:30, dialogherà con docenti, studenti, genitori e cittadini interessati a conoscere la sua visione artistica.

Sempre nell’ambito degli Incontri Illuminanti con l’Arte Contemporanea, venerdì 22 febbraio 2019, a partire dalle 17:30, Nicola De Maria, autore della Luce “Regno dei fiori: Nido cosmico di tutte le anime” sarà presente a un incontro nell’Hotel NH Collection Torino in piazza Carlina, dove è ancora possibile, fino a fine mese, ammirare la sua opera.

L’appuntamento, organizzato dalla Città di Torino in collaborazione con il network indipendente NESXT, a cui parteciperà anche l’assessora alla Cultura Francesca Leon, sarà moderato da Olga Gambari (Direttrice Artistica NESXT) e coinvolgerà operatori, curatori e artisti che progettano interventi creativi utilizzando la luce (e il buio) come elemento per rileggere e rigenerare gli spazi urbani, oltre ai cittadini.

Parteciperanno con le loro esperienze, Silvano Cova (Torino) – Ingegnere scenotecnico, progettista e direttore lavori per l’allestimento delle opere di Luci d’Artista gestite dal Teatro Regio di Torino, Francesca Comisso e Luisa Perlo di a.titolo (Torino) organizzazione che cura e produce progetti d’arte nello spazio pubblico; Simona da Pozzo di Borderlight (Milano) un insieme eterogeneo di artisti, designer e curatori che ha come campo d’azione arte, socialità e spazio pubblico; Marco Trulli e Pasquale Altieri di Cantieri d’Arte (Viterbo) – una piattaforma di Arte Pubblica di ricerca attiva sul campo; Claudio Galligani dell’associazione Spichisi (Pistoia) che si occupa dal 2013 di riscoperta, riqualificazione e rigenerazione urbana.

Sabato 23 e domenica 24 febbraio 2019 alla GAM si svolgeranno attività gratuite rivolte alle famiglie. Sono state già registrate 900 adesioni tra bambine e bambini e loro familiari. Per informazioni scrivere a didattica@fondazionetorinomusei.it o telefonare al numero +39 011 4429544.

È possibile scaricare tutto il programma sul seguente sito: www.gamtorino.it.


\ COMING SOON

Non ci sono eventi da segnalare.