Il laboratorio Zoom In alla Fondazione Sandretto

06/02/2018

Zoom In. Laboratorio per adulti

Alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo arriva Zoom In, un laboratorio serale dedicato alla comprensione delle opere d'arte.

Quando osserviamo un'opera d'arte che cosa ci colpisce a un primo sguardo? C'è un particolare che più di altri cattura la nostra attenzione e ci guida alla comprensione e all'interpretazione del lavoro?
Nel corso del laboratorio entreremo nel dettaglio di un'opera, catturandone un dettaglio: una forma, un colore o un materiale.
Il particolare isolato e decontestualizzato verrà elaborato, contaminato dal nostro punto di vista e reinserito nel mondo con nuove forme e significati.

Il laboratorio Zoom In, previsto per l'8 febbraio, dalle ore 20:30 alle 22:30, è proposto in occasione delle mostre Come una falena alla fiamma e Letdown attualmente visitabili presso la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di via Modane 16 a Torino.

Il laboratorio è dedicato a giovani e adulti e a tutti coloro che desiderano trascorrere una serata al museo svolgendo un'attività in gruppo, basata sulla relazione diretta, personale e creativa con le opere esposte.

Il laboratorio è realizzato grazie al contributo della Regione Piemonte. La partecipazione è gratuita, ma i posti sono limitati e si richiede la prenotazione.

Per informazioni e iscrizioni: dip.educativo@fsrr.org, 011 3797631 oppure visitare il sito della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo.


\ COMING SOON

23/02/2019 - 09/03/2019 – Personale
Artgallery37

Mario Fior – Lisbona Perspectives

Mario Fior – Lisbona Perspectives

L’artista Mario Fior reduce da importanti eventi artistici nazionali ed internazionali, presenta, nelle sale di Artgallery37, una serie di 34 opere fotografiche fine art di vario formato, riguardanti Lisbona, la capitale del Portogallo. (...)


23/02/2019 - 10/03/2019 – Personale
Associazione culturale Quasi Quadro

Secco

Secco

Associazione culturale Quasi Quadro presenta Secco, mostra personale di Davies Zambotti, artista che attraverso i suoi lavori ricerca e analizza l’impossibilità della certezza umana, utilizzando il video e la fotografia come un microscopio, una lente con cui poter osservare le ombre fra gli interstizi del quotidiano. (...)