Dal nulla al sogno

27/10/2018 - 25/02/2019 – Mostra
Fondazione Ferrero

Dal nulla al sogno

La mostra Dal nulla al sogno. Dada e Surrealismo dalla Collezione del Museo Boijmans Van Beuningen si svolgerà alla Fondazione Ferrero di Alba dal 27 ottobre 2018 al 25 febbraio 2019.

In una decina di sezioni, dai titoli avvincenti, s’inseguono opere di grandissimo livello ed impatto.

I lavori dialogano tra loro, in sintonia o contrappunto, e seguono una progressione prevalentemente tematica con attenzione alla diacronia degli eventi. Rispecchiando alcune problematiche e alcuni temi che concorrono a distinguere la poetica nichilista del Dadaismo da quella più propositiva del Surrealismo: il caso, il brutto estetico, il sogno, l’inconscio, il rapporto con l’antico, il legame tra arte e ideologia.

Per chi ama l’arte e predilige le sorprese raffinate, il museo Boijmans Van Beuningen di Rotterdam è una perla di museo collezionistico che affianca disegni di Dürer, stampe di Goya a rare opere italiane, gotiche, rinascimentali, settecentesche. Ma anche maestri fiamminghi del valore di Van Eyck, Rembrandt, Bosch, Brueghel, Rubens e Van Dyck. La scuola dell’Aia, con Van Gogh e Toorop. E poi francesi: Fragonard, Boucher, Monet, Degas, Cézanne. E ancora Picasso, Mondrian e Rothko, senza contare i contemporanei, da Nauman a Cattelan.

Assai importante la collezione di artisti dell’area delle avanguardie storiche, non soltanto cubisti e costruttivisti olandesi, ma soprattutto dadaisti e surrealisti, molti provenienti dalla selettiva collezione di Edward James (1907 - 1984), stravagante mecenate collezionista, poeta e viaggiatore. Ad Alba vedremo La reproduction interdite (1937), suo celebre ritratto sdoppiato allo specchio, firmato da René Magritte, che si augurava potesse diventare suo mercante cosmopolita.

Sono molti, dunque, i capolavori che, avendo avuto finora una circolazione limitatissima, varcano oggi le frontiere e si danno appuntamento alla Fondazione Ferrero.

Questa mostra non si avvale soltanto di opere scenografiche come il trittico di grandi dimensioni (Paesaggio con fanciulla che salta la corda, 1936), o le inquietanti ma suggestive tele misteriose di Magritte, ma anche di documenti rarissimi, provenienti dai caveaux insondati della biblioteca del Museo. Fotografie, dunque, calendari, cartoline, volumi illustrati, riviste storiche con copertine di grande impatto grafico, firmate da artisti come Duchamp, Masson, Picasso ed Ernst.

Fondazione Ferrero.
Via Vivaro 49 – 12051 Alba CN.
27/10/2018 - 25/02/2019.


\ NEWS



14/03/2019

La settima arte contro i cambiamenti climatici

La settima arte contro i cambiamenti climatici

In sostegno alla mobilitazione torinese per lo sciopero mondiale per il clima di venerdì 15 marzo 2019, il Cinema Centrale propone, su iniziativa del festival Cinemambiente, una proiezione speciale e gratuita del film The Age of Stupid, di Franny Armstrong, con Pete Postlethwaite (2009). (...)






07/03/2019

100 anni di Fausto Coppi

100 anni di Fausto Coppi

Fausto Coppi, il Campionissimo, l’Airone, l’uomo solo in fuga, la leggenda, è stato il corridore più famoso e vincente dell’epoca d’oro del ciclismo e tra i più grandi e popolari atleti di tutti i tempi. (...)