Sculture con luce

01/12/2017 - 10/01/2017 - Collettiva
Spazio Parentesi

Sculture con luce

Presso lo Spazio Parentesi, di tiene la mostra collettiva Sculture con Luce, con lampade artistiche e opere luminose di Ennio Bertrand, Piero Gilardi e Giorgio Tedesco.
Tre protagonisti dell'arte relazionale, dell'installazione interattiva e del design si confrontano su diversi fronti. Spazio Parentesi, via Belfiore 19, Torino dal primo dicembre 2017 al 10 gennaio 2018.

“Sculture con Luce. Una riflessione sul valore dell'illuminazione, metafora dell'ispirazione e della visione estatica. Una messa in discussione dei concetti di consumo, per una sostenibilità della percezione e della divulgazione artistica”
Ivan Fassio

Spazio Parentesi – Via Belfiore 19 – Torino.
Dal primo dicembre 2017 al 10 gennaio 2018.


\ NEWS


14/12/2018

“Timeline/Balera” alla Lavanderia a Vapore

“Timeline/Balera” alla Lavanderia a Vapore

Il secondo appuntamento della Stagione di Danza del Balletto Teatro di Torino avrà luogo presso la Lavanderia a Vapore di Collegno (TO) venerdì 14 dicembre 2018, con replica sabato 15 dicembre 2018. Entrambi gli spettacoli inizieranno alle ore 21. (...)


12/12/2018

Lux, Luce, Lucia

Lux, Luce, Lucia

Il 13 dicembre 2018, giorno del solstizio d’inverno, è il giorno di Santa Lucia, santa siracusana, protettrice della luce e dei non vedenti. (...)


11/12/2018

Un Natale coi Fiocchi in Borgo Campidoglio!

Un Natale coi Fiocchi in Borgo Campidoglio!

Venerdì 14 dicembre 2018, Le ecomagie di Vito Navolio.
Ore 18:30, presso la sede del MAU – Museo d’Arte Urbana.
L’artista Vito Navolio ci racconterà e mostrerà come trasforma materiali di riciclo in splendide opere d’arte. (...)




06/12/2018

A Vercelli il reading “Diritti non dritti”

A Vercelli il reading “Diritti non dritti”

Domenica 9 dicembre 2018 alle ore 16:30, in occasione della Giornata mondiale dei diritti umani (10 dicembre 2018), il Museo Borgogna di Vercelli presenta il reading “Diritti non dritti. Una storia di affermazioni e violazioni” a cura di Laura Berardi e Antonio Maria Porretti. (...)