Superfici a interferenza luminosa

03/11/2018 - 06/12/2018 – Personale
RoccaTre

Superfici a interferenza luminosa

La galleria RoccaTre ha il piacere di presentare per la prima volta a Torino una significativa selezione delle Superfici a interferenza luminosa di Claudio Rotta Loria (Torino, 1949).

Questo appuntamento espositivo, che propone un rappresentante torinese dell’arte programmata italiana a cavallo degli anni Sessanta e Settanta, assume un particolare valore in quanto avviene a cinquant’anni dalla prima realizzazione di un’opera in cartoncino curvato e inciso appartenente a questo ciclo di lavori (1968 - 2018). In quegli anni, infatti, l’artista sviluppa in più livelli di indagine estetica un’originale esplorazione analitica e sperimentale del rapporto tra superficie dell’opera, spazio e luce.

Più in generale, egli approfondisce la sua ricerca neocostruttiva in relazione ai problemi della strutturalità visuale, programmata e cinetica, dell’interazione tra arte e scienza, dell’educazione percettivo e strutturale e dell’impegno didattico sui temi della sperimentazione plastica e visuale. Le opere di questo periodo già si caratterizzano per le costanti implicazioni spaziali, oggettuali e ambientali che, nel tempo, identificheranno il lavoro dell’artista torinese.

Nel caso specifico, le Superfici a interferenza luminosa si caratterizzano per minimi e regolari sollevamenti lamellari della superficie dell’opera, sollevamenti che, diversamente orientati, lasciano affiorare le fluorescenze del fondo. Una ripetizione algoritmica e sempre differente di piccoli quadrati o cerchi o rettangoli variamente sollevati, costituisce, infatti, la vibrante texture tridimensionale di queste opere, il cui valore poetico, con l’incidenza della luce e il movimento dello spettatore, si combina a una dimensione percettiva e sensoriale di effetti plastici e cinetici.

Le Superfici a interferenza luminosa sono documentate in mostra da una ventina di lavori storici e recenti – tra cui una scultura e alcune opere di grandi dimensioni –, e sono accompagnate da un catalogo con testi di Francesco Poli, curatore della mostra, e di Fabrizio Colonna del Dipartimento di Psicologia dell’Università di Torino.

RoccaTre.
Via della Rocca 3 b – 10123 Torino.
Inaugurazione: 3 novembre 2018, ore 18:30.
03/10/2018 - 06/12/2018.


\ NEWS



20/03/2019

Annunciato il vincitore del Premio Matteo Olivero

Annunciato il vincitore del Premio Matteo Olivero

Santiago Reyes Villaveces (Bogotà, Colombia 1986) è il vincitore della 41ª edizione del Premio Matteo Olivero, promosso dalla città di Saluzzo e organizzato dalla Fondazione Amleto Bertoni con l’intento di valorizzare il territorio attraverso l’arte. (...)






14/03/2019

La settima arte contro i cambiamenti climatici

La settima arte contro i cambiamenti climatici

In sostegno alla mobilitazione torinese per lo sciopero mondiale per il clima di venerdì 15 marzo 2019, il Cinema Centrale propone, su iniziativa del festival Cinemambiente, una proiezione speciale e gratuita del film The Age of Stupid, di Franny Armstrong, con Pete Postlethwaite (2009). (...)