Le vincitrici del concorso Autofocus

20/10/2017

Le vincitrici del concorso Autofocus

Sono state annunciate le vincitrici della nona edizione del concorso di arte giovane Autofocus, promosso da Vanni occhiali e curato da Olga Gambari. Tre giovani donne provenienti da paesi ed esperienze diverse sono risultate vincitrici: il premio al miglior progetto espositivo è andato a Negar Sh con Silent Movement, Muge Yildiz ha vinto nella categoria miglior video mentre Camilla Soave e Beatriz Bizarro si sono aggiudicate il premio come miglior performer.

Una selezione che conferma il percorso di ricerca intrapreso da Autofocus nove anni fa: la scelta di puntare sull'arte emergente, quella non ancora sotto le luci dei riflettori, extra-focus, promosso da un'azienda che si occupa di visione, e quindi di ricerca dell'ottimale messa a fuoco, facendo dell'attenzione ai minimi particolari, formali e di progettazione, il proprio punto di forza. È in quest'ottica che le tre artiste sono lenti speciali, microscopi puntati su una dimensione poetica che racconta piccole grandi verità.

Il vernissage avrà luogo sabato 4 novembre, ore 18.30, mentre la perfomance è fissata per le 19.00. L'evento si terrà presso il Project-space di Vanni/Showroom Vanni di Piazza Carlo Emanuele II, 15/A (“piazza Carlina”). Sarà possibile ammirare le opere fino al 2 dicembre.

Per maggiori informazioni consultare il sito http://vanniocchiali.com/arte-giovane/.

\ NEWS



14/03/2019

La settima arte contro i cambiamenti climatici

La settima arte contro i cambiamenti climatici

In sostegno alla mobilitazione torinese per lo sciopero mondiale per il clima di venerdì 15 marzo 2019, il Cinema Centrale propone, su iniziativa del festival Cinemambiente, una proiezione speciale e gratuita del film The Age of Stupid, di Franny Armstrong, con Pete Postlethwaite (2009). (...)






07/03/2019

100 anni di Fausto Coppi

100 anni di Fausto Coppi

Fausto Coppi, il Campionissimo, l’Airone, l’uomo solo in fuga, la leggenda, è stato il corridore più famoso e vincente dell’epoca d’oro del ciclismo e tra i più grandi e popolari atleti di tutti i tempi. (...)