Home Page / Luoghi / Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea

Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea

Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea
piazza Mafalda di Savoia - Rivoli (TO)
+39 011 9565222
info@castellodirivoli.org

Possente struttura, risalente all’XI secolo, posta sulla collina all’imbocco della Valsusa e della strada di Francia ha vissuto, nel corso dei secoli, numerose vicissitudini legate alla sua posizione strategica. I Savoia, proprietari del Castello sin dall’alto Medioevo, all’inizio del’600 lo trasformarono in residenza aulica. Bombardato nel 1693 dai francesi, fu al centro di un importante cantiere sotto la guida di Filippo Juvarra, che progettò per Vittorio Amedeo II, una reggia grandiosa che avrebbe dovuto rivaleggiare con quelle delle altri corti europee. Il progetto, datato 1718 e rimasto incompiuto, fu ripreso a fine secolo dall’architetto Carlo Randoni, per interrompersi definitivamente con l’occupazione napoleonica. Nel 1883 venne venduto dai Savoia al Comune di Rivoli che lo utilizzò come caserma. La Residenza fu danneggiata e occupata dai tedeschi nell’ultimo conflitto mondiale, e l’adiacente Manica Lunga, antica Pinacoteca ducale, venne usata per alloggiare sfollati e senza tetto. Il Castello riaprì nel 1984, dopo un’importante campagna di restauri, per ospitare il primo e il più importante Museo d’Arte Contemporanea d’Italia che,in uno spazio espositivo di circa 7000 metri quadrati presenta l’importante Collezione Permanente e le mostre temporanee. Dal 1997 è Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco.
Orario d'apertura: da martedì a venerdì: 10.00-17.00; il sabato e la domenica: 10.00-19.00. 24 e 31 dicembre: 10.00-17.00. Lunedì chiuso, aperto il lunedì di Pasqua, chiuso 1° gennaio, 1° maggio e 25 dicembre.
Biglietto d'ingresso: 6,50 €. Ridotto per ragazzi 11-14 anni, pensionati, insegnanti, studenti, disabili, militari, associazioni culturali ed enti convenzionati.
Gratuito per i minori di 11 anni.